I 3 PASSI PER COMPRARE CASA

 

Passo 1: La proposta irrevocabile d'acquisto

Mediante una scrittura pre-compilata, qui in agenzia, voi acquirenti proponete di comprare la casa del Sig. --- a €. --- dando, garanzia di questo impegno, un assegno a garanzia intestato al venditore di €. ---, che viene tenuto in deposito presso il nostro ufficio e sotto la nostra responsabilità.

Quando il venditore accetta la vostra proposta, facciamo immediatamente i vostri controlli sull'immobile, per assicurarci che non ci siano ipoteche o pignoramenti non conosciuti. Se il controllo ipotecario non rileva anomalie, da li a pochi giorni si stipula il preliminare o compromesso.

Passo 2: Preliminare di Vendita o Compromesso

La fase successiva e più importante è rappresentata dalla firma del compromesso o preliminare di vendita. Con questo documento, che deve essere registrato, il venditore e l’acquirente si impegnano a concludere l’affare. Oltre ai dati delle parti contraenti, nel compromesso devono essere indicate le modalità e i tempi della vendita, la data del rogito, l’esistenza o meno di ipoteche sulla casa o di altri vincoli, le parti che compongono l’immobile (cantine, box, altro), la regolarità dell’abitazione rispetto alle norme edilizie. Tutto quello che viene riportato sul preliminare dovrà essere poi rispettato nel rogito, quindi prima di firmare questo documento è bene valutarlo in tutte le sue parti, e non lasciare delle parti in bianco.

Di norma quando si stipula il compromesso, l’acquirente versa una cifra a titolo di caparra, equivalente al 10-15% del valore dell’immobile. Ma questa percentuale può variare. Al momento della vendita definitiva poi, la caparra è considerata come acconto da scalare alla somma totale dovuta. Nel caso in cui la compravendita non avvenga per colpa dell’acquirente il compratore potrà trattenere la caparra a titolo di risarcimento, se invece la colpa è del venditore l’acquirente avrà diritto ad un risarcimento pari al doppio della caparra.

Passo 3: Il Rogito Notarile

Ultima fase della compravendita immobiliare è il rogito. Questo documento viene firmato dalle parti di fronte a un notaio, il quale provvederà ad accertarsi che l’immobile sia correttamente accatastato e che non sia gravato da ipoteche o altre pendenze ignare al compratore. La scelta del notaio è generalmente lasciata all’acquirente, al quale è dovuto anche il pagamento delle spese notarili. Nel caso in cui si accenda un mutuo per l'acquisto della casa, è il notaio a dialogare con la banca per la verifica di alcuni dati utili all'erogazione del fondo a favore del mutuatario.

 

Dove Siamo